31 Marzo e 1° Aprile. Al Monastero preghiera e accoglienza per la Giornata della Solidarietà.

Nella V Domenica di Quaresima, Domenica 2 Aprile, la Diocesi di Genova celebra la Giornata della Solidarietà, occasione di sensibilizzazione in tutte le parrocchie verso le povertà e l’operato dei Centri di Ascolto.

Alla vigilia della Giornata, il Monastero dei Santi Giacomo e Filippo apre le porte a quanti vogliono prendere contatto con la sua realtà, riproponendo in piccolo l’esperienza vissuta lo scorso anno in occasione del “Monastero Porta Santa”.

 

EUCARESTIA E CARITA'
VEGLIA DI PREGHIERA E ADORAZIONE NOTTURNA

 
Si parte la sera di Venerdì 31 Marzo, con la preghiera e l’Adorazione Notturna in Cappella. La preghiera sarà animata dall’Associazione don PieroTubino, l’Adorazione Notturna dal mondo della Carità: la proposta rientra nel cammino di preparazione della Diocesi alla prossima visita di Papa Francesco a Genova.
Per prenotare un turno di adorazione: Caritas Diocesana – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 010.2477015/18 


 
MONASTERO PORTA APERTA
ACCOGLIENZA E VISITA, S. MESSA, SERATA DI CONDIVISIONE

Nel pomeriggio di Sabato 1 Aprile, il Monastero accoglierà i visitatori e in particolare i giovani della missione diocesana “Gioia Piena”, che inviteranno i loro coetanei a conoscere la storia di questo luogo e i servizi dedicati alle persone che vivono nel disagio.

Alle ore 18.00, la S. Messa celebrata da S.E. Mons. Nicolò Anselmi, Vescovo Ausiliare della Diocesi.

A conclusione della giornata, un momento conviviale preparato da Emmaus Genova e una serata di intrattenimento, con le danze delle donne africane accolte dall’Area Persone Straniere della Fondazione Auxiilium e una prova aperta del laboratorio teatrale che il Teatro della Tosse sta conducendo con i ragazzi de La Palma e Il Mandorlo, sempre di Auxilium.

L'iniziativa è promossa da tutte le realtà legate al Monastero: Caritas Genova, Fondazione Auxilium, Associazione per l'Auxilium, Volontari per l'Auxilium, Associazione don Piero Tubino, Coop. Soc. Emmaus Genova, Coop. Soc. Il Melograno.  

Cronache dal sisma. Continua l'esperienza...

La seconda corrispondenza di Matteo Lanza, operatore di Caritas Genova nelle Marche colpite dal terremoto. Un lavoro quotidiano, che per sei mesi lo vedrà al fianco delle popolazioni, delle comunità parrocchiali, degli enti locali, insieme a Caritas Marche e in rappresentanza della Delegazione delle Caritas Liguri.   

DENTRO AL TERRITORIO, CON LE PERSONE.
di Matteo Lanza

Dopo alcuni giorni dal mio arrivo, Andrea e Sonia del NOE - Nucleo Operativo Emergenze di Caritas Marche chiedono alla Delegazione delle Caritas Liguri di appoggiare nell’azione di mappatura del territorio la giovane équipe della Diocesi di Camerino, una delle diocesi marchigiane più coinvolte, con 30 comuni colpiti su 32. L'Équipe è guidata dal direttore Don Luigi Verolini e da suor Gina Masi, responsabile della pastorale giovanile e della mappatura: ne fanno parte Beatrice, Tania, Serena, Giulia, Corrado più Nicoletta della diocesi di Cremona. Nei primi incontri si fissano le linee guida per la mappatura sui territori colpiti dal sisma e per la fase successiva in cui si incontreranno gli sfollati nei vari hotel e camping di Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio e Morovalle dove sono state accolte tante persone provenienti dai comuni di Castelsantangelo sul Nera, Caldarola, Camerino, Muccia, Pieve Torina, Ussita, Visso e gli altri comuni appartenenti alla Diocesi di Camerino. L’azione di mappatura delle esigenze socio-economiche e socio-pastorali consiste nel visitare il territorio diocesano andando a parlare sia con le istituzioni comunali come il sindaco, gli assessori, i responsabili degli uffici pubblici, i referenti della protezione civile locale, sia con i parroci e i loro collaboratori, le associazioni parrocchiali e vicariali, per capire la situazione del territorio prima e dopo le varie scosse di agosto e ottobre, aggravate da quelle di gennaio e febbraio e dalle abbondanti nevicate degli ultimi giorni di gennaio. 

CN 221. Alla riscoperta del conflitto. 20 anni di LaborPace

Il numero 221 di Caritas Notizie dedica il dossier centrale al LaborPace, Laboratorio Permanente di Ricerca ed Educazione alla Pace di Caritas Genova, a 20 anni dalla sua nascita.
Un progetto longevo e fecondo, capace di moltiplicare le sue attività educative e formative sulle tematiche della pace, della nonviolenza e della gestione dei conflitti, diventando una risorsa per la città. In 20 anni, più di 220 seminari e corsi di formazione per adulti, 980 laboratori nelle scuole, 350 consulenze pedagogiche, oltre ad iniziative di grande successo come Mondo in Pace e l'Università dei Genitori. Il LaborPace ha saputo suscitare la collaborazione di numerose altre realtà cittadine e di autorevoli personalità in campo educativo e nella formazione alla pace. E ci ha regalato una nuova consapevolezza: che conflitto non è sinonimo di guerra.  

Le Micro di Quaresima 2017

Ecco le Micro di Quaresima, impegni di solidarietà e giustizia per singoli, gruppi, parrocchie. La Micro proposta dall'Ufficio Missionario della Diocesi è finalizzata al fabbisogno alimentare dei neonati orfani seguiti dalle Suore di Nostra Signora degli Apostoli in Costa d'Avorio. La Micro proposta dalla Caritas Diocesana pone l'attenzione sulla necessità di arredare le due accoglienze notturne per persone senza dimora e nel disagio che apriranno a Genova nei prossimi mesi come Opera Segno del Congresso Eucaristico Nazionale (CEN).

Di seguito, una sintesi delle due micro, i link per approfondire e, in fondo, le schede per scaricare.


MICRO M33 / LATTE COSTA D’AVORIO
Ufficio Missionario Diocesano di Genova e Suore SMA
LATTE PER I BAMBINI ORFANI ASSISTITI DAL CENTRO NUTRIZIONALE
delle suore di Nostra Signora degli Apostoli (SMA) a Ferkessedougou, Costa d’Avorio.

Le
suore di Nostra Signora degli Apostoli sono presenti a Ferkessedougou dal 1950 con le opere tradizionali: scuola materna, centro medico, attività pastorale. Il centro nutrizionale è un’attività legata al centro medico e accoglie prevalentemente i neonati orfani, la cui madre è morta sia a causa della sieropositività, sia per complicazioni dovute al parto. I neonati arrivano generalmente accompagnati dalle nonne che se ne sono fatte carico ma che non hanno i mezzi finanziari per poter acquistare il latte necessario per i neonati a loro affidati. Le suore aiutano queste nonne e hanno bisogno di un sostegno per poter assicurare questo servizio.
> APPROFONDISCIMICRO M33 / LATTE COSTA D’AVORIO


MICRO C107 / ARREDI OPERA SEGNO CEN
Sostieni l’Opera Segno del Congresso Eucaristico Nazionale
ARREDI PER LE DUE NUOVE ACCOGLIENZE NOTTURNE
per persone senza dimora e nel disagio

Due nuove accoglienze notturne per persone senza dimora e in grave disagio saranno inaugurate nei prossimi mesi nei territori della Parrocchia di S. Maria delle Vigne (Posta Vecchia in Centro Storico, vicariato Centro Ovest) e della Parrocchia S. Francesco alla Chiappetta (Valpolcevera, vicariato di Bolzaneto). La Micro propone di sostenere il costo degli arredi per i 28 posti letto delle due strutture: letti, materassi, armadietti, comodini e tutto quello che, pur nella sobrietà degli allestimenti, può aiutare le persone a sentirsi accolte in ambienti decorosi e fraterni
> APPROFONDISCIMICRO C107 / ARREDI OPERA SEGNO CEN

Quaresima 2017. Il messaggio di Papa Francesco

S intitola: "La Parola è un dono. L’altro è un dono" il messaggio di Papa Francesco per la Quaresima 2017. "La Quaresima è un nuovo inizio - scrive il papa nelle prime righe - una strada che conduce verso una meta sicura: la Pasqua di Risurrezione, la vittoria di Cristo sulla morte. E sempre questo tempo ci rivolge un forte invito alla conversione: il cristiano è chiamato a tornare a Dio «con tutto il cuore» (Gl 2,12), per non accontentarsi di una vita mediocre, ma crescere nell’amicizia con il Signore. Gesù è l’amico fedele che non ci abbandona mai, perché, anche quando pecchiamo, attende con pazienza il nostro ritorno a Lui e, con questa attesa, manifesta la sua volontà di perdono". Leggi tutto su vatican.va

Tratta. Dossier Caritas Italiana: "Algeria, purgatorio dimenticato"


Il nuovo Dossier con dati e testimonianze di Caritas Italiana dal titolo “Algeria/Purgatorio Dimenticato. Fra i drammi e i sogni dei migranti che fuggono”, in occasione della Giornata di preghiera contro la tratta delle persone (8 febbraio). "Vittime che ci guardano da vicino - scrive Caritas Italiana -. L’Italia, infatti, rappresenta da sempre il naturale corridoio di accesso all’Europa, al grande sogno di pace e dignità per tanti uomini, donne e bambini del continente africano, e non solo. Il Dossier focalizza l’attenzione sull’Algeria, uno dei tanti 'purgatori' di migranti dimenticati, crocevia di flussi migratori provenienti da ogni parte dell’Africa che si intrecciano in un Paese difficile."
Leggi tutto su caritasitaliana.it 

Neve e terremoto. La presenza di Caritas Genova con la Delegazione Ligure

Da domenica 15 Gennaio Caritas Genova è nelle Marche, per dare continuità alla presenza e all'opera della Delegazione Regionale delle Caritas Liguri, che ha preso avvio l'8 dicembre scorso con la Caritas Diocesana di Savona-Noli. La delegazione ligure opera in rete con Caritas Marche, la delegazione regionale dell'Emilia Romagna e Caritas Italiana. Caritas Genova è presente con Matteo Lanza che rimarrà un mese a servizio di quelle comunità. Ecco la sua prima corrispondenza, dal territorio della Diocesi di Fermo. 
Nella foto: Matteo, il secondo da destra, con gli altri volontari delle diverse diocesi nell'appartamento messo a disposizione dalla parrocchia di S. Gabriele di Civitanova Marche. 

Cronache dal sisma.
"Non dimenticatevi di noi"

di Matteo Lanza

Il 15 gennaio, in rappresentanza della Delegazione Regionale delle Caritas Liguri, Caritas Genova è partita alla volta delle Marche, per iniziare il servizio presso le popolazioni colpite dai terremoti di agosto e ottobre. Scendo accompagnato da Maria Rita Olianas, responsabile del Settore Emergenze di Caritas Genova, per mettermi a disposizione della Delegazione di Caritas Marche. Siamo consapevoli di non trovare una situazione semplice, visto che le scosse sono state molto ravvicinate non solo come tempi ma anche come luoghi degli epicentri. Quando arriviamo a Civitanova Marche, sede operativa dei volontari delle Delegazioni Caritas gemellate, veniamo accolti da Sonia e Andrea del Nucleo Operativo Emergenze (NOE) della Caritas locale: Maria Rita li conosce bene visto che ha condiviso con loro già i terremoti del Molise e di Umbria/Marche. 

Corpi Civili di Pace in Italia e all'estero. Bando aperto fino al 10 febbraio


Il 30 dicembre 2016 il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato un Bando nazionale volontari per la selezione di 106 giovani da impiegare in progetti di servizio civile dei Corpi Civili di Pace in Italia e all'estero. Caritas Italiana vede finanziati 3 progetti all'estero per un totale di 14. La scadenza per le domande da parte dei giovani è fissata per le ore 14.00 del 10 febbraio 2017.
Vedi anche: www.caritasitaliana.it
NB: Possono partecipare a questo Bando anche giovani che hanno già svolto il servizio civile nazionale.

Per informazioni:
Area Giovani e Servizio Civile
Campo Base Don Piero Tubino, Via L. Stallo 10 - 16136 Genova
010.500.724 - 348.153.00.57
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Alleanza contro la povertà. Appello alle istituzioni.

Pubblichiamo l'appello dell'Alleanza contro la povertà in Italia diffuso qualche giorno fa per chiedere alle Istituzioni di impegnarsi al fine di approvare la legge delega per l'introduzione del Reddito di Inclusione (REI) e di predisporre il Piano nazionale contro la povertà, prima della fine della legislatura. L'appello è stato inviato ai Presidenti della Repubblica, del Consiglio dei Ministri, del Senato e della Camera.

PERCHE’ FAR PAGARE AI POVERI LE CONSEGUENZE DELL’INSTABILITA' POLITICA?

Il clima di incertezza politica rischia di privare tante famiglie indigenti della possibilità di ricevere il sostegno pubblico di cui hanno necessità. Affinché ciò non accada, l’Alleanza contro la povertà chiede di approvare la legge delega di introduzione del Reddito d’Inclusione (REI) e di predisporre il Piano nazionale contro la povertà

"La nonviolenza: stile di una politica per la pace". Il Messaggio di Papa Francesco per la 50° Giornata Mondiale per la Pace (I Gennaio 2017)

"Desidero soffermarmi sulla nonviolenza come stile di una politica di pace e chiedo a Dio di aiutare tutti noi ad attingere alla nonviolenza nelle profondità dei nostri sentimenti e valori personali. Che siano la carità e la nonviolenza a guidare il modo in cui ci trattiamo gli uni gli altri nei rapporti interpersonali, in quelli sociali e in quelli internazionali. Quando sanno resistere alla tentazione della vendetta, le vittime della violenza possono essere i protagonisti più credibili di processi nonviolenti di costruzione della pace. Dal livello locale e quotidiano fino a quello dell’ordine mondiale, possa la nonviolenza diventare lo stile caratteristico delle nostre decisioni, delle nostre relazioni, delle nostre azioni, della politica in tutte le sue forme."

Il testo completo sul sito del Vaticano

Contatti

Via Canneto il Lungo 21/1A, 16123 Genova

Tel 010 2477015/18

Fax 010 2476854

Mail: segreteria@caritasgenova.it

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9 - 12.30