SERVIZIO CIVILE: E' USCITO IL BANDO! SCADENZA 26 GIUGNO (ore 14.00)!

E' USCITO IL BANDO 2017
PER IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE!!!

HAI TEMPO FINO AL 26 GIUGNO (ore 14.00)
> Se hai tra 18 e 28 anni compiuti,
non perdere l'occasione!


I PROGETTI 2017

  MILLE VOLTI. PERCORSI PER RIFUGIATI - GENOVA  

  STARE CON. PERSONE SENZA DIMORA - GENOVA  

  CASANOSTRA. HIV E ACCOGLIENZA - GENOVA  
 

   OHANA. BAMBINI E FAMIGLIE - GENOVA   

Leggi qui l'abstract dei nostri progetti o consulta i progetti per intero negli allegati in fondo a questa notizia.

I progetti sono condotti in collaborazione con la Fondazione Auxilium e l’Associazione La Staffetta.


PER OGNI INFORMAZIONE E ORIENTAMENTO 
Contattaci e informati su come vivere un anno del tutto speciale, ricco di nuove prospettive e relazioni, nell'impegno per la pace, per le persone nel disagio, per uno stile di vita e una società più solidali e sostenibili. Esperienze molto concrete di incontro, dialogo e crescita, vissute insieme ad altri giovani che come te hanno deciso di fare la loro parte. 


PER INFO
Area Giovani e Servizio Civile - Campobase "Don Piero Tubino"

Via Lorenzo Stallo 10 - 010.500.724 - 348.153.00.57
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Seguici anche su facebook


...E SE NON TROVI CIO' CHE FA PER TE...
...ti aiuteremo a scegliere il progetto di un altro Ente.


LE ALTRE PROPOSTE CARITAS PER I GIOVANI 
Cogli questa opportunità o una delle altre proposte Caritas riservate ai giovani:

- E.S.C.A. - Esperienze di Servizio, Comunità e Animazione
- Caschi Bianchi – servizio civile a favore di popolazioni che hanno fatto l’esperienza della guerra.
- Vita Comunitaria al Campo Base

LEGGI LE TESTIMONIANZE DEI GIOVANI 
che stanno già facendo il Servizio Civile in Caritas

Riconoscere il Risorto. Le omelie pasquali di Papa Francesco e del Card. Bagnasco

(E. Burnand, Il mattino della Resurrezione, 1898)

"La Chiesa ripete dal profondo del cuore: 'Cristo è risorto'. Pensiamo un po’, ognuno di noi pensi, ai problemi quotidiani, alle malattie che abbiamo vissuto o che qualcuno dei nostri parenti ha; pensiamo alle guerre, alle tragedie umane e, semplicemente, con voce umile, senza fiori, soli, davanti a Dio, davanti a noi diciamo 'Non so come va questo, ma sono sicuro che Cristo è risorto e io ho scommesso su questo'. Fratelli e sorelle, questo è quello che ho voluto dirvi. Tornate a casa oggi, ripetendo nel vostro cuore: 'Cristo è risorto'."
Leggi l'Omelia per la Domenica di Pasqua di Papa Francesco

"L’augurio che ci scambiamo è questo: il Signore ci faccia il dono dell’alleluia. E’ facile cantare l’alleluia quando le cose vanno umanamente bene, più difficile quando siamo nella prova; ma il Signore ci può aiutare ad averlo nel cuore sempre. Ecco il regalo dell’alleluia."
Leggi l'Omelia per la Domenica di Pasqua del Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova 

Pace di corsa: una bella prova di solidarietà!

 

Circa 650 bambini e ragazzi hanno partecipato ieri alla settima edizione della "Pace di Corsa", promossa dal LaborPace. Grazie a loro abbiamo vissuto una mattinata molto positiva sulla pista di Villa Gentile
 
30 classi di 10 scuole diverse hanno concluso così un itinerario di sensibilizzazione sui temi della pace e della "casa comune": dopo una serie di incontri in classe con gli educatori del LaborPace, la corsa finale non competitiva ha permesso loro di raccogliere fondi per i progetti di sviluppo di Caritas Italiana in Indonesia. Preziosa la collaborazione di 2 classi del Liceo Immacolatine e dei giovani in Sevizio Civile che hanno contribuito a gestire l'intero evento. 
 
Guarda video e foto postati sulla pagina Facebook LaborPace, frutto del lavoro di redazione svolto proprio da alcuni studenti delle Immacolatine, in collaborazione con la comunicazione Caritas. 
 
La manifestazione si è svolta in contemporanea anche a La Spezia e Ventimiglia / Sanremo, promossa dalle rispettive Caritas.

Approfondimenti su www.mondoinpace.it

 

Cronache dal sisma. Continua l'esperienza...

La seconda corrispondenza di Matteo Lanza, operatore di Caritas Genova nelle Marche colpite dal terremoto. Un lavoro quotidiano, che per sei mesi lo vedrà al fianco delle popolazioni, delle comunità parrocchiali, degli enti locali, insieme a Caritas Marche e in rappresentanza della Delegazione delle Caritas Liguri.   

DENTRO AL TERRITORIO, CON LE PERSONE.
di Matteo Lanza

Dopo alcuni giorni dal mio arrivo, Andrea e Sonia del NOE - Nucleo Operativo Emergenze di Caritas Marche chiedono alla Delegazione delle Caritas Liguri di appoggiare nell’azione di mappatura del territorio la giovane équipe della Diocesi di Camerino, una delle diocesi marchigiane più coinvolte, con 30 comuni colpiti su 32. L'Équipe è guidata dal direttore Don Luigi Verolini e da suor Gina Masi, responsabile della pastorale giovanile e della mappatura: ne fanno parte Beatrice, Tania, Serena, Giulia, Corrado più Nicoletta della diocesi di Cremona. Nei primi incontri si fissano le linee guida per la mappatura sui territori colpiti dal sisma e per la fase successiva in cui si incontreranno gli sfollati nei vari hotel e camping di Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio e Morovalle dove sono state accolte tante persone provenienti dai comuni di Castelsantangelo sul Nera, Caldarola, Camerino, Muccia, Pieve Torina, Ussita, Visso e gli altri comuni appartenenti alla Diocesi di Camerino. L’azione di mappatura delle esigenze socio-economiche e socio-pastorali consiste nel visitare il territorio diocesano andando a parlare sia con le istituzioni comunali come il sindaco, gli assessori, i responsabili degli uffici pubblici, i referenti della protezione civile locale, sia con i parroci e i loro collaboratori, le associazioni parrocchiali e vicariali, per capire la situazione del territorio prima e dopo le varie scosse di agosto e ottobre, aggravate da quelle di gennaio e febbraio e dalle abbondanti nevicate degli ultimi giorni di gennaio. 

CN 221. Alla riscoperta del conflitto. 20 anni di LaborPace

Il numero 221 di Caritas Notizie dedica il dossier centrale al LaborPace, Laboratorio Permanente di Ricerca ed Educazione alla Pace di Caritas Genova, a 20 anni dalla sua nascita.
Un progetto longevo e fecondo, capace di moltiplicare le sue attività educative e formative sulle tematiche della pace, della nonviolenza e della gestione dei conflitti, diventando una risorsa per la città. In 20 anni, più di 220 seminari e corsi di formazione per adulti, 980 laboratori nelle scuole, 350 consulenze pedagogiche, oltre ad iniziative di grande successo come Mondo in Pace e l'Università dei Genitori. Il LaborPace ha saputo suscitare la collaborazione di numerose altre realtà cittadine e di autorevoli personalità in campo educativo e nella formazione alla pace. E ci ha regalato una nuova consapevolezza: che conflitto non è sinonimo di guerra.  

Neve e terremoto. La presenza di Caritas Genova con la Delegazione Ligure

Da domenica 15 Gennaio Caritas Genova è nelle Marche, per dare continuità alla presenza e all'opera della Delegazione Regionale delle Caritas Liguri, che ha preso avvio l'8 dicembre scorso con la Caritas Diocesana di Savona-Noli. La delegazione ligure opera in rete con Caritas Marche, la delegazione regionale dell'Emilia Romagna e Caritas Italiana. Caritas Genova è presente con Matteo Lanza che rimarrà un mese a servizio di quelle comunità. Ecco la sua prima corrispondenza, dal territorio della Diocesi di Fermo. 
Nella foto: Matteo, il secondo da destra, con gli altri volontari delle diverse diocesi nell'appartamento messo a disposizione dalla parrocchia di S. Gabriele di Civitanova Marche. 

Cronache dal sisma.
"Non dimenticatevi di noi"

di Matteo Lanza

Il 15 gennaio, in rappresentanza della Delegazione Regionale delle Caritas Liguri, Caritas Genova è partita alla volta delle Marche, per iniziare il servizio presso le popolazioni colpite dai terremoti di agosto e ottobre. Scendo accompagnato da Maria Rita Olianas, responsabile del Settore Emergenze di Caritas Genova, per mettermi a disposizione della Delegazione di Caritas Marche. Siamo consapevoli di non trovare una situazione semplice, visto che le scosse sono state molto ravvicinate non solo come tempi ma anche come luoghi degli epicentri. Quando arriviamo a Civitanova Marche, sede operativa dei volontari delle Delegazioni Caritas gemellate, veniamo accolti da Sonia e Andrea del Nucleo Operativo Emergenze (NOE) della Caritas locale: Maria Rita li conosce bene visto che ha condiviso con loro già i terremoti del Molise e di Umbria/Marche. 

"La nonviolenza: stile di una politica per la pace". Il Messaggio di Papa Francesco per la 50° Giornata Mondiale per la Pace (I Gennaio 2017)

"Desidero soffermarmi sulla nonviolenza come stile di una politica di pace e chiedo a Dio di aiutare tutti noi ad attingere alla nonviolenza nelle profondità dei nostri sentimenti e valori personali. Che siano la carità e la nonviolenza a guidare il modo in cui ci trattiamo gli uni gli altri nei rapporti interpersonali, in quelli sociali e in quelli internazionali. Quando sanno resistere alla tentazione della vendetta, le vittime della violenza possono essere i protagonisti più credibili di processi nonviolenti di costruzione della pace. Dal livello locale e quotidiano fino a quello dell’ordine mondiale, possa la nonviolenza diventare lo stile caratteristico delle nostre decisioni, delle nostre relazioni, delle nostre azioni, della politica in tutte le sue forme."

Il testo completo sul sito del Vaticano

CN 220. L'azzardo non è un gioco!

Il numero 220 di Caritas Notizie dedica il dossier centrale al tema dell'azzardo (scarica pdf in calce all'articolo), i cui effetti lesivi sulla società, sui giocatori e sulle loro famiglie sono ben evidenti. Eppure, a fronte di qualche passo avanti nel contrasto e nonostante le analisi contrarie di esperti, operatori medici e sociali, società civile, amministratori locali e chiesa, l'azzardo prolifera nelle strade, su internet, in tv e cerca di influenzare sempre più profondamente il sentire popolare, giungendo a porre il suo marchio anche sulle maglie delle nazionali di calcio italiane. Del resto, l'azzardo è la terza impresa del paese, con più di 88 miliardi di euro di fatturato nel 2015. Eppure l'Italia dei quartieri, specie i più periferici, e delle famiglie, specie le più fragili, non è più ricca.

Ne parliamo con
Maurizio Fiasco
sociologo, tra i massimi (e a suo tempo inascoltati) esperti del settore
Gianfranco Calabrese
sacerdote, direttore dell'Ufficio Catechistico della Diocesi di Genova, attivo con diverse iniziative contro l'azzardo 
Giorgio Schiappacasse
direttore SerT Ponente, ASL 3 Genovese
Cristiana Busso
dirigente Psicologa e Psicoterapeuta presso SerT Centro Levante, ASL 3 Genovese
Maria Carla Italia
Assessore alla Coesione Sociale Municipio I Centro Est – Comune di Genova.

E inoltre, su questo numero: 
- Le Micro di Avvento
- Sinti.
La comunità che non ti aspetti
- Buon compleanno, S. Maria del Soccorso!
20 anni di Fondazione Antiusura in Liguria
- S.E. Card. Bagnasco: Misericordia e opere di carità.

...e come sempre le Brevi dal mondo Caritas, Auxilium e dintorni.

 

Contatti

Via Canneto il Lungo 21/1A, 16123 Genova

Tel 010 2477015/18

Fax 010 2476854

Mail: segreteria@caritasgenova.it

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9 - 12.30