Vivere un'altra Pasqua!

 

Stiamo per vivere un'altra Pasqua!

Ognuna porta con sé grazie particolari. Qualche la grazia del 2020?
 
Pasqua è "passaggio" dalla morte alla vita: il Signore ci chiede di individuare le nostre morti, le prigioni, le consuetudini che ci impediscono di alzare lo sguardo.... per liberarci.
 
Quest'anno quale "passaggio" dobbiamo scoprire per offrire al Signore la possibilità di farci liberi?
 
Contemplando la Croce, chiediamo chiarezza su noi stessi, come singoli ed insieme, sul "nostro" mondo reso prigioniero dal "virus".

E' dalla nostra realtà che il Signore vuole rialzarci per donarci, nel Risorto, la vera libertà dei figli di Dio.
 
don Marino
direttore

CORONAVIRUS. Centri di Ascolto: sostegno ai bisogni primari delle famiglie in difficoltà

 

Nella gravissima emergenza che stiamo vivendo, Caritas Diocesana è al fianco dei Centri di Ascolto Vicariali, impegnati a non lasciare nel bisogno le migliaia di famiglie seguite ordinariamente, messe a prova ancora più duramente dalla presente contingenza. Anche se - per ottemperanza alle disposizioni governative - i locali dei Centri di Ascolto sono chiusi, risulta comunque efficace il sostegno a distanza: ogni centro ha un numero di telefono esposto sulla porta a cui si può far riferimento per urgenze e, oltre a ciò, i volontari si sono organizzati per tenere rapporti telefonici costanti con le famiglie seguite e farsi presenti ove indispensabile, nel rispetto di tutte le prescrizioni impartite e con l'obiettivo di conciliare esigenze sanitarie e urgenze sociali. 

IL SOSTEGNO ALLA SPESA ALIMENTARE
Grazie ad un primo contributo immediato giunto dalla CEI - Conferenza Episcopale Italiana, alle Caritas Diocesane tramite Caritas Italiana, Caritas Genova sta supportando i Centri di Ascolto Vicariali per rinforzare la risposta al bisogno alimentare delle famiglie seguite, contribuendo così alla spesa tramite buoni, pacchi viveri e altre forme di aiuto. Il tutto grazie anche alla collaborazione di Vicari e Parroci che si sono messi a disposizione per sostenere l'azione dei Centri di Ascolto sul loro territorio, in questo momento così particolare.


IL CONTRIBUTO DI PAPA FRANCESCO E DELLA CEI    
Scrive Caritas Italiana sul suo sito: "Papa Francesco, tramite il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, il 12 marzo ha donato 100mila euro a Caritas Italiana per un primo significativo soccorso in questa fase di emergenza per il diffondersi del contagio da Coronavirus (CoViD-19) su tutto il territorio italiano. (...) Il 13 marzo 2020 la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana, per sostenere le Caritas diocesane nella loro azione di supporto alle persone in difficoltà a causa dell’emergenza, ha deliberato lo stanziamento di 10 milioni di euro provenienti da donazioni e dall’otto per mille, che i cittadini destinano alla Chiesa cattolica."

LEGGI TUTTO SUL SITO DI CARITAS ITALIANA

 

CORONAVIRUS. FUNZIONALITA' DEGLI UFFICI CARITAS E DEI PRINCIPALI SERVIZI PROMOSSI - Aggiornamento 13 Marzo 2020

In ottemperanza alle disposizioni governative, Caritas Diocesana informa che:
 
- gli Uffici centrali della Caritas Diocesana sono chiusi al pubblico e gli operatori lavorano da casa: il numero di telefono è comunque attivo e operativo (010.2477015/18 - con trasferimento di chiamata);   
 
- i Centri di Ascolto restano chiusi, come già nelle settimane scorse, con numeri di telefono specifici di riferimento per le emergenze, esposti in evidenza, in prossimità della sede di ogni Centro di Ascolto. Tali numeri di telefono sono comunque reperibili anche chiamando i nostri uffici allo 0102477015/18
 
- lo Sportello di Accoglienza Caritas - Vico delle Compere - è chiuso con numero di telefono di riferimento per le emergenze, esposto in evidenza, in prossimità della sede dello Sportello.
 
Come sempre, ringraziamo tutti i volontari dei Centri di Ascolto Vicariali e dello Sportello che fino all'ultimo giorno possibile si sono resi disponibili e che continuano a fare rete pronti a dare risposte, pur nel rispetto delle forti limitazioni imposte.  

 

CORONAVIRUS. LE INIZIATIVE CARITAS ANNULLATE O RINVIATE - Aggiornamento 9 Marzo 2020

In coerenza con i Decreti emanati in questi ultimi giorni dal Governo Italiano contro la diffusione del Coronavirus e con le conseguenti disposizioni della CEI - Conferenza Episcopale Italiana, sono annullate o rinviate tutte le iniziative previste per le prossime settimane promosse da Caritas Genova

Pertanto:

- è rinviato a data da destinarsi l'ultimo appuntamento del 15 Marzo dell'Università dei Genitori (vedi www.mondoinpace.it)

- sono annullate le iniziative previste per il 28 Marzo a favore dei giovani, legate alla Giornata della Solidarietà (vedi campobase.caritasgenova.it)    

- è annullata la Giornata Diocesana della Solidarietà, prevista per Domenica 29 Marzo 

- sono annullati i due incontri di Quaresima promossi presso la Chiesa di S. Pietro in Banchi, il 17 e il 31 Marzo

- sono annullate le Celebrazioni Eucaristiche del Mercoledì al Monastero dei SS. Giacomo e Filippo

CORONAVIRUS. DISPOSIZIONI PER IL SERVIZIO ALLE PERSONE NEL DISAGIO - Aggiornamento 4 Marzo 2020

DISPOSIZIONI PER IL SERVIZIO QUOTIDIANO ALLE PERSONE NEL DISAGIO PRESSO
- I CENTRI DI ASCOLTO VICARIALI E LO SPORTELLO DI ACCOGLIENZA DELLA CARITAS DIOCESANA
- LE MENSE PROMOSSE DALLA CARITAS DIOCESANA
- I SERVIZI DELLA FONDAZIONE AUXILIUM 
 
 
A seguito delle nuove disposizioni regionali rispetto alla prevenzione da Coronavirus, Caritas Diocesana di Genova comunica che, dalla giornata di Lunedì 2 Marzo, i servizi sotto indicati hanno ripreso la loro funzionalità a servizio delle persone nel disagio, pur permanendo piena vigilanza sulle norme di prevenzione di base.
 
Pertanto: 
- riaprono i Centri di Ascolto Vicariali e lo Sportello di Accoglienza Caritas;

- le Mense promosse dalla Caritas dispenseranno i pasti nuovamente in loco e non più con asporti, favorendo però la consumazione dei pasti a piccoli gruppi per mantenere una distanza sufficiente tra le persone ed evitare assembramenti;

- le accoglienze notturne gestite dalla Fondazione Auxilium ritornano alla normale gestione, con apertura solo serale e notturna - e non più sulle 24 ore. Risultando comunque complete in termini di posti a disposizione, restano temporaneamente sospese le dimissioni e le nuove accoglienze per favorire la vigilanza sanitaria sulle persone già accolte.

- il servizio docce e l'accoglienza pomeridiana presso l'Area Persone Senza Dimora di Auxilium sono riaperti anche alle persone "esterne" - cioè non già presenti nelle accoglienze notturne - ma l'accesso è contingentato in modo da evitare assembramenti. 

Emergenza Freddo 2020: CERCHIAMO VOLONTARI!

Ogni anno, nei mesi invernali, sosteniamo l'Accoglienza Notturna per l'Emergenza Freddo presso il Monastero dei Santi Giacomo e Filippo, in San Fruttuoso.

L'obiettivo è togliere dalla strada quante più persone possibile e offrire loro una sistemazione notturna al caldo. Sono già molti i volontari, sia donne che uomini, che "coprono le notti" e ci aiutano a portare avanti questo servizio. Sono molti ma non bastano! Se vuoi aggiungerti anche tu e offrire la tua disponibilità, CONTATTACI SUBITO!
Il tuo aiuto sarà davvero molto prezioso per tanti!

L'accoglienza notturna di emergenza è attiva tutte le notti, da Dicembre a Marzo, con una disponibilità di 28 posti - di cui 4 riservati a donne - presso i locali de "La Casetta", in San Fruttuoso, nel complesso del Monastero dei Santi Giacomo e Filippo, della Fondazione Auxilium.

Centri di Ascolto Vicariali. I dati 2019

 

 

ELENCO DEI CENTRI DI ASCOLTO VICARIALI: INDIRIZZI E ORARI

Durante il 2019 nei 34 Centri d’Ascolto della Diocesi si sono presentate 7.270 persone di cui 5.404 sono state prese in carico; 1.865 sono state le persone che hanno ricevuto solo informazioni veloci o che non hanno accettato o non hanno potuto seguire un progetto di promozione sociale. Le persone aiutate anche con un contributo economico sono state 3.795, il 70,2% del totale delle persone prese in carico. 

Leggi tutto

 

1° Gennaio 2020. Giornata Mondiale della Pace

MESSAGGIO DI PAPA FRANCESCO

LA PACE COME CAMMINO DI SPERANZA:
DIALOGO, RICONCILIAZIONE E CONVERSIONE ECOLOGICA

 

1. La pace, cammino di speranza di fronte agli ostacoli e alle prove

La pace è un bene prezioso, oggetto della nostra speranza, al quale aspira tutta l’umanità. Sperare nella pace è un atteggiamento umano che contiene una tensione esistenziale, per cui anche un presente talvolta faticoso «può essere vissuto e accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino».[1] In questo modo, la speranza è la virtù che ci mette in cammino, ci dà le ali per andare avanti, perfino quando gli ostacoli sembrano insormontabili.

LEGGI TUTTO

III Giornata Mondiale dei Poveri. Tappa di un cammino.

Sabato 16 e Domenica 17 Novembre anche la Diocesi di Genova ha celebrato la III Giornata Mondiale dei Poveri. Come noto, non si tratta di una ricorrenza da vivere in modo estemporaneo, l’occasione per “fare qualcosa di buono per i poveri” ma è l’opportunità per verificare e rilanciare la quotidiana relazione personale e comunitaria “con” i poveri, a partire dalla considerazione della propria povertà, illuminata da Gesù. È tappa di un “cammino in continuità - ha sottolineato S.E. il Card. Angelo Bagnasco, nell’omelia pronunciata presso il Santuario di Virgo Potens, sabato sera -, il cammino della Diocesi nel servizio di carità e il cammino dei fratelli bisognosi di sostegno verso una vita autonoma e dignitosa”. In quest’ottica si leggono le due iniziative a carattere diocesano che hanno segnato la Giornata: l’inaugurazione di una nuova Opera-Segno per l’accoglienza di tre persone presso il Santuario di Virgo Potens, sabato 16, e i tre pranzi di Domenica 17 cui hanno partecipato circa 500 persone, presso il Monastero dei SS. Giacomo e Filippo, la Casa della Giovane e la Parrocchia delle Vigne. Inoltre, in molte parrocchie e presso realtà che si dedicano al servizio dei poveri, si sono svolti pranzi simili, con l’intento di fare comunità con le persone in difficoltà nei singoli territori.

21/23 Novembre 2019: 15° edizione di Mondoinpace a Palazzo Ducale!

"Mondo in Pace - Fiera dell'Educazione alla Pace" torna dal 21 al 23 novembre 2019 a Palazzo Ducale - Sala del Munizioniere con la 15° edizione dal titolo: “Simili e diversi. Complessità e bellezza del vivere insieme”. L'iniziativa è promossa dal nostro Laborpace, che dal 2005 ha saputo far crescere costantemente questa manifestazione, ormai un autorevole riferimento nel campo della educazione alla pace. Il programma, come sempre ricco di appuntamenti, incontri, mostre, laboratori, spettacoli, è disponibile sul sito dedicato www.mondoinpace.it.

Contatti

Via Canneto il Lungo 21/1A, 16123 Genova

Tel 010 2477015/18

Fax 010 2476854

Mail: segreteria@caritasgenova.it

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9 - 12.30