Sportello di Accoglienza

Aperto da 2004, è un servizio diocesano  di informazione, orientamento e prima presa in carico destinato a persone che per vari motivi si trovano in difficoltà e sono privi di riferimenti sociali precisi sul territorio di Genova. E' promosso e coordinato dalla Caritas.

Si vuole garantire loro un primo ascolto (con eventuali interventi di urgenza, ricerca di sistemazione notturna, soddisfacimento delle esigenze primarie come cibo, medicine, ecc.) e un successivo accompagnamento al servizio adeguato presente sul territorio. Per alcune situazioni ove non esiste un servizio adeguato lo Sportello interviene con una presa in carico completa.

Lavora in rete con servizi presenti in città (dormitori, mense, distribuzioni alimentari, servizi docce e altro), Centri di Ascolto, Servizi Sociali, scuole primarie e servizi sanitari di base.

Gli operatori provengono da diversi enti caritativi genovesi (Conferenza S.Vincenzo, Volontariato Vincenziano, Centro di Aiuto alla Vita, Auxilium, Centri di Ascolto Vicariali, ecc.) ognuno con la propria formazione e esperienza.


Dov'è e quando è aperto
Ha sede al piano soprastante gli uffici Caritas - Via di Canneto il Lungo 21 - con apertura dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.


Destinatari
Persone in difficoltà con particolare attenzione:
- nuclei in emergenza abitativa
- persone senza dimora
- persone nomadi
- persone richiedenti asilo in attesa di essere inseriti in strutture convenzionate, o a seguito di diniego di protezione internazionale
- persone che necessitano di informazioni e orientamento.

Lo Sportello di accoglienza non è un ulteriore Centro di Ascolto e quindi non si occupa di persone già seguite da altri servizi.
Particolari situazioni urgenti e/o complesse potranno essere esaminate congiuntamente con il Centro di appartenenza.


Nel 2016 
Lo Sportello di accoglienza ha registrato 2121 accessi.
> è stata predominante la presenza di persone straniere senza dimora, in attesa di essere inserite in una struttura di accoglienza per profughi o che ne sono uscite senza altra sistemazione
> le persone italiane senza dimora accedono allo Sportello dopo aver tentato tutte le altre soluzioni a disposizione in città
> In alcuni casi sono nuclei familiari che a seguito di sfratto esecutivo sono ospiti di parenti e/o amici che possono accoglierli solo per brevi periodi
> è aumentato il numero delle donne senza dimora, sia italiane che straniere, sia giovanissime che oltre i 60 anni che dopo aver perso il lavoro (principalmente badanti) non riescono a trovare un’altra occupazione.
 

Per contribuire
Conto corrente postale n° 14108161
Conto corrente bancario Banca Prossima - Filiale di Milano - IBAN: IT16Y0335901600100000113059
Intestati Caritas Diocesana Genova Arcidiocesi di Genova
Causale: Sportello di accoglienza Caritas

Contatti

Via Canneto il Lungo 21/1A, 16123 Genova

Tel 010 2477015/18

Fax 010 2476854

Mail: segreteria@caritasgenova.it

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9 - 12.30