Caritas Diocesana di Genova

Micro di Avvento 2022_C121_Noi non siamo soli

Accompagnamento della Comunità Ucraina nell’aiuto ai profughi accolti a Genova

Facebooktwittermail

GUERRA IN UCRAINA: LA RISPOSTA DI GENOVA

Dai primi giorni di Marzo ad oggi la Chiesa di Genova si è fatta prossima alla Comunità Ucraina tramite la Caritas Diocesana per accogliere, ascoltare e supportare le persone e le famiglie profughe e per inviare aiuti nel paese devastato dalla guerra. Attorno al Punto di Ascolto presso la Chiesa di Santo Stefano in centro città, riferimento per la Comunità Ucraina guidata da padre Vitaliy Tarasenko, si è formata un’ampia rete ecclesiale e civile che ha espresso una risposta articolata su tutti gli aspetti dell’emergenza, dall’accoglienza in alloggi ai percorsi sanitari, dal bisogno di beni materiali alla prima istruzione nella lingua italiana, con il coinvolgimento di centinaia di volontari, realtà sociali, categorie, istituzioni.

I DATI DI CIÒ CHE È STATO FATTO
  • Al 7 Novembre 2022 sono oltre 3.200 le persone ascoltate e accompagnate dal Punto di Ascolto della Caritas Diocesana, per lo più donne e bambini.
  • 2.218 hanno ritirato vestiario.
  • 1.669 hanno avuto bisogno di farmaci.
  • Più di 490 persone hanno ricevuto ospitalità presso privati o enti ecclesiali.
  • 452 famiglie genovesi hanno accolto in casa, mentre sono 218 gli appartamenti vuoti messi a disposizione ed effettivamente utilizzabili.
  • 2 TIR per l’Ucraina, il primo con 22 tonnellate di cibo, vestiti e articoli per l’igiene personale (inviato il 4 marzo) e il secondo con 15 tonnellate di vestiario invernale, frutto di una Raccolta Straordinaria (inviato l’11 novembre), oltre al supporto per l’invio di altri 22 TIR gestiti direttamente dalla Comunità Ucraina.
  • 2.677 pacchi alimentari per 7.200 persone.
  • 232.000 euro in buoni alimentari per 2.652 persone.
  • 70 volontari docenti per 10 scuole di italiano.
L’EMERGENZA NON È FINITA

L’Emergenza Ucraina non è conclusa poiché perdurano la guerra e l’impossibilità per molte famiglie a tornare nei luoghi di origine. L’accompagnamento della Caritas Diocesana pertanto prosegue e chiama a compartecipazione chiunque desideri contribuire.

COME CONTRIBUIRE
  • 1 settimana per la spesa di una famiglia piccola può costare circa 30,00 euro.
  • 1 settimana per la spesa di una famiglia numerosa può costare circa 50,00 euro.
  • 1 mese di utenze (luce e gas) per una famiglia piccola può costare circa 65,00 euro.
  • 1 mese di utenze (luce e gas) per una famiglia numerosa può costare circa 130,00 euro.
PER DONARE

Arcidiocesi di Genova / Caritas Diocesana
C/c: IT69U0306909606100000113059 Intesa San Paolo
C/c postale: 14108161
Causale: MICRO C121 – NOI NON SIAMO SOLI