Area Giovani e Servizio Civile "Campobase Don Piero Tubino"

  

 

E' USCITO IL BANDO 2016 PER IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE!!! SCADENZA 30 GIUGNO!

E' uscito il 30 maggio il Bando 2016 per il Servizio Civile Nazionale. Se hai tra 18 e 28 anni compiuti, contattaci e informati su come vivere un anno del tutto speciale, in cui offrire alla tua vita occasioni di maturazione, nuove prospettive e nuove relazioni. L'Area Giovani e Servizio Civile della Caritas Diocesana mette a disposizione 16 posti su 4 progetti centrati sul servizio alla persona nel disagio, in particolare alla persona senza dimora, rifugiata e richiedente asilo, con Hiv/Aids, alle famiglie in difficoltà e ai minori. Esperienze concrete di incontro, dialogo, crescita intorno ai grandi temi della nostra vita comune. I progetti sono svolti in collaborazione con Fondazione Auxilium e Associazione "La Staffetta".

Ecco i nostri 4 progetti:

- I COLORI DEL VENTO. MIGRANTI E ACCOGLIENZA - GENOVA
Il progetto si svolge in partnership con la Fondazione Auxilium - Area Persone Straniere, che accoglie persone rifugiate e richiedenti asilo. I volontari in servizio civile collaboreranno nelle attività di accoglienza e di supporto all’integrazione come l’apprendimento della lingua e l’animazione. Sede operativa: Fondazione Auxilium, Area Persone Straniere, Via Gagliardo 2, zona Di Negro. Posti: 4
 
- GLI EQUILIBRISTI. PERSONE SENZA DIMORA - GENOVA
In partnership con la Fondazione Auxilium - Area Persone Senza Dimora, il progetto mira a mettere in contatto i giovani con le persone senza dimora. I volontari in servizio civile collaboreranno nei servizi di mensa, servizio docce e distribuzione indumenti; nel centro diurno che offre compagnia e ascolto; nei servizi alloggiativi e dormitori (ma non in orario notturno); nell’animazione. Sede del servizio operativo: Fondazione Auxilium, Area Persone Senza Dimora, Sal. Nuova N.S. del Monte 2 – Quartiere San Fruttuoso. Posti: 4
 
- RELAZIONI VITALI. HIV E ACCOGLIENZA - GENOVA
Il progetto si svolge in partnership con la Fondazione Auxilium - La Palma e Il Mandorlo, case alloggio per persone con Hiv/Aids. Nella struttura sono presenti operatori sociali, personale infermieristico, volontari. I giovani in servizio civile supporteranno gli ospiti in un percorso educativo rispetto alla cura di sé, dall’alimentazione all’attività motoria e all’autonomia e collaboreranno a momenti di animazione, dalle uscite alle attività laboratoriali. Sede del servizio operativo: Fondazione Auxilium, La Palma e il Mandorlo, Via P. Semeria, 54 - Quartiere San Martino. Posti: 4
 
- SECONDA STELLA A DESTRA. BAMBINI E FAMIGLIE - GENOVA          
Il progetto si colloca nell’ambito del disagio minorile e della genitorialità fragile nel Centro Storico genovese. In partnership con la Fondazione Auxilium – Comunità Genitore Bambino “Il Cedro” e “Il Mirto” i volontari in servizio civile collaboreranno nei servizi per mamme con bambini (accoglienza, sostegno all’autonomia, supporto alla genitorialità e all’accudimento dei bambini, integrazione sociale e relazionale, animazione, uscite, laboratori). In partnership con l’associazione “La Staffetta”, centro sociale per bambini dai 6 agli 11 anni, i volontari collaboreranno ad attività di accoglienza ed educative (gioco, laboratori, supporto scolastico, uscite sul territorio, animazione nel periodo estivo) e all’integrazione delle famiglie. Sede del servizio operativo (occorre indicare la scelta): Fondazione Auxilium, Comunità Genitore Bambino - Centro Storico. Posti: 2; Associazione La Staffetta, Vico Marinelle 6 - Centro Storico. Posti: 2
 
Per ogni contatto e approfondimento: 
Campobase "Don Piero Tubino"
Via Lorenzo Stallo 10
010.500.724
348.153.00.31
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
> Seguici anche su facebook

SCN. CI STA!
I RACCONTI DI CHI LO HA GIA' SCELTO.
> Lucia: "Ci sta perché ti cambia. Necessariamente."
> Ylenia: "Ci sta perché è importante aiutare le mamme meno fortunate di me."
> Andrea: "Ci sta perché non è un episodio."
> Emanuele: "Ci sta perché è fatto di piccole, grandi cose."
> Francesca: "Ci sta perché è il momento giusto per un grande viaggio."
> Camilla: "Ci sta perché ridimensiona le tue paure."
> Moira: "Ci sta perché comprendi qualcosa di più."
>
Simone: "Ci sta perché basta poco per scambiarsi un po di umanità"

  

- - - - - - - 

AREA GIOVANI E SERVIZIO CIVILE. CHI SIAMO.



All’Area Giovani e Servizio Civile cerchiamo di tradurre con creatività “le finalità della Caritas in attività ed esperienze rivolte ai giovani e a quanti si impegnano per la loro crescita: educatori, animatori, responsabili”. Con le iniziali del nostro nome abbiamo composto l’acronimo “A.gi.s.ci”, che è un bell'invito a fare scelte di impegno e cambiamento. Abbiamo dedicato la nostra sede – in Via Stallo, 10 - a Don Piero Tubino e l'abbiamo chiamata  “Campobase”, per dire che qui si può fare una sosta di rigenerazione e riflessione mentre si sale nelle responsabilità della vita, sperimentando percorsi e proposte. Per spiegarvi in sintesi che cosa facciamo vi proponiamo un brevissimo itinerario in 7 parole e 10 proposte.

7 PAROLE...
“Le sette parole - commenta Paolo Bruzzo, il nostro responsabile – sono giustizia, pace, sviluppo, uomo, ultimi, carità e comunità. Chi viene al Campobase Don Piero Tubino le trova scritte sui muri, insieme a tante altre notizie e messaggi. Vogliamo infatti che il Campobase parli prima ancora di noi, in modo che i giovani che passano di qui o che si fermano per giorni o per mesi possano subito entrare in rapporto con la storia e le iniziative Caritas”. In un anno, entrano mediamente in relazione con il Campobase circa 400 giovani. 

...PER 10 PROPOSTE
Sono i principali filoni di attività dell’Area.

1.   “La Tenda” è la proposta di vita comunitaria, che in 10 anni (per buona parte trascorsi al Monastero dei Santi Giacomo e Filippo di Via Bozzano e dal 2012 al Campobase) ha permesso a 45 giovani di vivere un anno insieme, sperimentando concretamente la condivisione, la sobrietà dello stile di vita, il servizio a quanti sono nel bisogno. Attualmente condividono “La Tenda” Martina, Elisa, Lucia e Valeria.

2.   “E.S.C.A.” significa “Esperienza di Servizio, Comunità e Animazione” e prevede periodi di impegno di 3, 6 o 12 mesi. Fino ad oggi sono 14 i giovani che hanno scelto questa opportunità e attualmente sono attive Elisa e Valeria.

3.   I “Chiodi” sono laboratori formativi per gruppi, scuole e responsabili di giovani. Dal 2012, anno di apertura del Campobase hanno registrato più di 670 presenze.

4.   I “Punti Tappa” sono esperienze di vita comunitaria presso il Campobase, di servizio e di formazione sui temi della povertà, giustizia, nuovi stili di vita. Sono rivolti ai gruppi e dal 2012 ne sono stati realizzati 16 per un totale di 304 presenze.

5.   Lo “Sportello” dell’Area fornisce consulenza e accompagnamento progettuale a responsabili di gruppi giovanili. Dal 2012 ha realizzato 318 incontri, colloqui e riunioni, contribuendo a tessere una vasta rete di collaborazioni con altre realtà diocesane e della società civile, con gruppi e scuole.

6.     L’Area gestisce le proposte Caritas per il “Servizio Civile Nazionale” (SCN) e fornisce orientamento anche verso le proposte di altri enti ecclesiali. Dal 2001, anno dell’entrata in vigore della relativa Legge 64, sono entrati in servizio 110 giovani, alcuni dei quali impegnati in progetto di pace all’estero con il progetto di Caritas Italiana “Caschi Bianchi”. Attualmente svolgono il SCN, con servizi operativi in Auxilium e presso l’Associazione la Staffetta, Anila, Irene e Lucia (La Palma e il Mandorlo); Francesca, Filippo, Emanuele e Simone (Area Persone Senza Dimora); Camilla, Raffaele, Moira e Andrea (Area Persone Straniere); Camilla e Ylenia (Area Minori e Famiglie) e Michael (La Staffetta).

7.   L’Area partecipa anche al “Servizio Civile Regionale”, rivolto alle scuole e ai ragazzi che devono affrontare misure alternative alla pena e ai giovani svantaggiati. Dal 2006, anno del varo della legge istitutiva, ha accompagnato in questo percorso 230 giovanissimi per 12 classi, divisi su 7 progetti di servizio, e seguito 30 ragazzi in pena alternativa nel loro percorso formativo. Ha stilato per conto della Regione Liguria la ricerca “Percorsi di riscatto” che analizza l’esperienza ligure di Servizio civile come pratica di riabilitazione sociale.

8.   Si occupa di proporre eventi di sensibilizzazione e formazione e di mettere in rete e divulgare iniziative presenti nel territorio.

9.   Anno dopo anno cerca di rendere sempre più il Campobase uno strumento di sensibilizzazione sui temi della carità, giustizia, stili di vita per lotta alla povertà: dal 2012 sono passate al Campobase almeno 1.000 persone con oltre 2.000 presenze

10.  Filone importante è anche il lavoro di rete con i soggetti ecclesiali e non, che operano sugli stessi temi con il mondo giovanile.
 

 


Dove ci trovi

 

Che cos'è e cosa fa la Caritas 

 

La proposta di Servizio Civile  

 

Gli ambiti di attività dei progetti

 

La vita comunitaria

 

FAQ - Dubbi e domande   

 

Racconti di servizio...

 

 

Link utili

www.serviziocivile.it
www.clesc.it
www.esseciblog.it
www.caritasitaliana.it

 

 

 

Contatti

Via Canneto il Lungo 21/1A, 16123 Genova

Tel 010 2477015/18

Fax 010 2476854

Mail: segreteria@caritasgenova.it

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9 - 12.30