ORIGINI E CONSEGUENZE delle emergenze di massa

Possiamo distinguere gli eventi emergenziali a seconda se lo sviluppo è rapido o lento, se confinato o diffuso nello spazio. Un evento a sviluppo rapido e confinato nello spazio provoca un grave incidente: di solito sono presenti molti individui casualmente e senza legami tra loro (es.: incidente aereo, ferroviario, ...); in tutti questi casi è previsto un soccorso da parte d’organizzazioni permanenti pubbliche o private (es.: V.V.F., A.S.L. C.R.I, ...).

Un evento a sviluppo lento e diffuso nello spazio provoca un disastro ecologico: normalmente il disastro ecologico è prevedibile a grandi linee e con incertezza, si sviluppa in tempi molto lunghi ed è molto esteso così da investire interessi sociali, politici ed economici anche di più nazioni (es.: incidenti nucleari, effetto serra, ...). Un evento a sviluppo rapido e non confinato nello spazio che colpisce una collettività provoca un'emergenza di massa. Anche gli eventi che causano emergenze di massa possono essere naturali o indotti dalle attività e/o dalla presenza dell'uomo. Possiamo classificare questi eventi secondo lo schema seguente:

A. EVENTI NATURALI
 RISCHIO SISMICO (TERREMOTI, ERUZIONI VULCANICHE, BRADISISMI, TSUNAMI)  URAGANI, CICLONI TROPICALI, TIFONI
 SICCITA’

B. EVENTI NATURALI MA COLLEGATI ALLE ATTIVITA' DELL'UOMO
 RISCHIO IDROGEOLOGICO (ALLUVIONI, FRANE, EROSIONI COSTIERE, CRISI IDRICHE...)  RISCHIO INCENDI DIFFUSI

C. EVENTI ANTROPICI
 INCIDENTI CHIMICI
 INCIDENTI NUCLEARI
 COLLASSO DI GRANDI SISTEMI TECNOLOGICI
 GRAVI CRISI SOCIALI

 

Contatti

Via Canneto il Lungo 21/1A, 16123 Genova

Tel 010 2477015/18

Fax 010 2476854

Mail: segreteria@caritasgenova.it

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9 - 12.30